Autodeterminazione: alla base di uno Stato sovrano

Ai primi giorni del mese di agosto 1291 sul praticello del Rütli i Cantoni di Uri, Svitto e Unterwaldo diedero vita a qualcosa di allora inimmaginabile, un concetto di fratellanza, convivenza e aiuto reciproco che ancora oggi, dopo ben 727 anni, è alla base della nostra società: la Confederazione Elvetica. Confederazione che però nel corso … More Autodeterminazione: alla base di uno Stato sovrano

Addio cara e amata sovranità nazionale

Alla fine del XIII secolo i rappresentanti di Uri, Svitto e Untervaldo giurano reciproca fedeltà tramite il Patto federale del Rütli, nell’estate del 1291. Ebbene, sette secoli dopo, quella sovranità e indipendenza, che li portò a difendere le proprie terre, le proprie case e le proprie libertà, sembra essere stata dimenticata in qualche cassetto di … More Addio cara e amata sovranità nazionale

L’iniziativa „No Billag“ viene inoltrata

Le firme necessarie per la riuscita dell’Iniziativa popolare federale „SI all’abolizione del canone radio-televisivo” verranno consegnate venerdì 11 dicembre alle 15.00 presso la Cancelleria federale a Berna. Il Comitato d’iniziativa ha raccolto ben 141‘000 firme, delle quali più di 104’000 sono state vidimate finora dalle Cancellerie comunali (fino a venerdì il numero esatto potrebbe variare). … More L’iniziativa „No Billag“ viene inoltrata

Altolà ai giudici stranieri!

Quando nel 1974 la Svizzera sottoscrisse la Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU), la Costituzione svizzera riconosceva unicamente alcuni diritti fondamentali. Col tempo, poi, i diritti fondamentali sono stati sviluppati dalla giurisprudenza del Tribunale federale e codificati nella nuova Costituzione federale entrata in vigore il 1° gennaio 2000.

724° Natale della Patria – Orgogliosi della nostra bandiera

I Giovani UDC Ticino lanciano due iniziative in Ticino a favore della Bandiera svizzera. FUORI LA BANDIERA Nel corso del mese di luglio dell’anno scorso, il presidente della Gioventù socialista svizzera Fabian Molina aveva pubblicamente invitato i cittadini svizzeri a lasciare le proprie bandiere nell’armadio durante i festeggiamenti per il Natale della Patria, questo per … More 724° Natale della Patria – Orgogliosi della nostra bandiera

Ecopop, un concetto di sviluppo sostenibile per la Svizzera – Piero Marchesi

“Xenofoba”, “razzista”, “ecofascista”, “peggio che criminale”, sono alcuni dei nobili epiteti che i contrari a Ecopop si sono fatti scappare nei confronti di un’iniziativa che pone sul tavolo problemi troppo a lungo ignorati e che ora, come tutti i problemi non risolti, presenta il conto. Il furore giacobino dei contrari francamente fa un po’ ridere, … More Ecopop, un concetto di sviluppo sostenibile per la Svizzera – Piero Marchesi

Chi è causa del suo mal… – Alain Bühler

… pianga se stesso. Mai aforisma fu più azzeccato di questo per riassumere la situazione attorno all’iniziativa “Stop alla sovrappopolazione” (ECOPOP). Da una parte abbiamo un piccolo gruppo di persone che vogliono inviare un messaggio chiarissimo: in Svizzera lo spazio non è infinito e quindi non ce n’è per tutti. Dall’altra troviamo in pratica tutti … More Chi è causa del suo mal… – Alain Bühler

I giovani di PLR, PPD e UDC uniti per dire No all’illusione della cassa unica: “Non vogliamo diventare sudditi di una megacassa federale”

È la seconda volta nel 2014 che Giovani liberali radicali, Generazione Giovani e Giovani UDC ticinesi scendono in campo uniti. Questa volta si tratta di lottare contro l’iniziativa per una cassa malati unica, in votazione popolare il prossimo 28 settembre. Il comitato giovanile intende mettere in guardia la popolazione ticinese dalle vuote promesse e dai … More I giovani di PLR, PPD e UDC uniti per dire No all’illusione della cassa unica: “Non vogliamo diventare sudditi di una megacassa federale”

Comitato “No Billag” Ticino – Basta con il canone più alto d’Europa

Attualmente, in Svizzera, tutte le economie domestiche versano un importo di CHF 462.40 quale canone radiotelevisivo obbligatorio per la fruizione di trasmissioni della principale beneficiaria degli introiti, la SSR SRG. Il canone, di fatto, più alto d’Europa che molte famiglie eviterebbero volentieri di dover pagare.