Breaking News

875 franchi di posteggio in più? No grazie!

l 5 giugno saremo chiamati a votare sul tema della tassa di collegamento, un tema che ha fatto discutere molto a livello popolare e che ha portato alla mobilitazione di più di 24 mila persone che hanno firmato il referendum lanciato dalle associazioni economiche. Con questa nuova tassa, alle aziende con almeno 50 posteggi, verranno prelevati 3,50 franchi al giorno per ciascun posteggio dei propri dipendenti, mentre ai centri commerciali saranno prelevati 1,50 franchi al giorno per ciascun posteggio dei clienti. Ma cosa significa? L’azienda e il centro commerciale per non assumersi i costi di questa nuova tassa andranno a riversare la tassa sul dipendente, che per 200 giorni di lavoro annui dovrà pagare 875 franchi aggiuntivi al già alto costo che deve sostenere per l’affitto del posteggio, e sui clienti, che vedranno il già caro prezzo del posteggio aumentare ulteriormente. La tassa di collegamento dovrebbe portare circa 18 milioni di franchi di introiti, cifra presente addirittura nelle misure strutturali di contenimento del Preventivo 2016, a dimostrazione che la tassa è pensata per far cassetta, e non per l’obbiettivo più nobile ma certamente irrealizzabile di diminuire il traffico in Ticino. Perché irrealizzabile? Semplicemente perché la morfologia geografica del nostro cantone, piena di valli, non permette di avere un’offerta di mezzi pubblici vasta e capillare, e pertanto l’operaio o il lavoratore che deve essere la mattina presto in fabbrica o in ufficio non può permettersi di aspettare il primo bus delle otto, e propende giustamente a utilizzare la macchina. Parliamoci chiaro: il Ticino non è Zurigo, il nostro cantone non ha né la morfologia adatta, né i mezzi finanziari e neanche le risorse necessarie per costruire trenini in tutte le valli e garantire un trasporto pubblico capillare in tutti i paesini delle nostre regioni. È forse giusto penalizzare queste persone che non hanno la possibilità di usare i mezzi pubblici aumentando loro il prezzo del già salatissimo posteggio? Non penso proprio. Il traffico in Ticino può essere sicuramente migliorato, ma non sarà la tassa di collegamento a farlo.

Diego Baratti, CdT, 31 maggio 2016